La gatta randagia Church non poteva più prendersi cura e nutrire i suoi cuccioli appena nati, a causa di un prolasso uterino che le causava diversi disturbi tra cui febbre e tenesmo rettale. La gatta randagia doveva essere portata in una clinica per essere curata, ma i suoi cuccioli sarebbero rimasti senza mamma nel momento più critico.

Gatta randagia Church

I suoi proprietari hanno così chiamato il rifugio «Mspca-Angell» per chiedere aiuto, e lo staff della struttura ha trovato una nuova mamma che ha potuto nutrire temporaneamente i cuccioli, in assenza di Church. «I gattini erano molto deboli quando sono arrivati nel nostro rifugio», ha detto Alyssa Krieger, la coordinatrice del centro.

Gatta randagia Church

La loro nuova mamma arancione si chiama Betty, e si è presa cura di loro per qualche settimana. «Questa gatta era stata abbandonata e portata qui da un residente – proseguono dal rifugio -. Appena ha visto i cuccioli di Curch è stato amore a prima vista».

Gatta randagia Church

Quando è guarita, la mamma è tornata con i suoi mici. Ma il latte non era abbastanza e così le due gatte hanno cominciato ad alternarsi nell’allattamento dei piccoli.

«E’ una situazione molto rara – spiegano i proprietari del rifugio – ma in questo caso siamo stati fortunati. Quando i micetti avranno dieci settimane potranno essere adottati, e cominciare una nuova vita in una famiglia».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.