Un doppio, tenerissimo, naso. Questo gattino speciale è stato portato in un rifugio di New York terribilmente sottopeso: sembrava un cucciolo appena nato, ma dalla lunghezza dei suoi denti si è potuto capire che in realtà era decisamente più grande.

Oltre all’evidente problema di peso e alla schisi del naso, il micio ha mostrato anche qualche titubanza a camminare: è bastata una visita dal veterinario per scoprire che era nato con l’ipoplasia cerebellare felina, un disturbo neurologico che inficia le capacità motorie e di coordinazione, pur non dolorosa.

Il piccolo gattino traballante cadeva in continuazione. Ma tutte le volte si rialzava per riprovare, finché non raggiungeva il suo obiettivo. E anche se probabilmente rimarrà per sempre un gatto più piccolo del normale, nulla può fermarlo: è andato subito d’accordo con gli altri due gatti della famiglia che l’ha adottato, imparando a usare al meglio il suo incredibile musetto.

Crescendo, le condizioni causate dall’ipoplasia cerebellare sono migliorate. Ha imparato a correre e a saltare. Ma soprattutto a sfruttare il suo aspetto per intenerire tutti, anche se ama fare la faccia da duro e scontroso: «Ha una incredibile personalità. E’ senza paura e con le sue espressioni ci fa morire dal ridere», racconta la sua nuova famiglia, che ha deciso di immortalare le sue buffissime espressioni anche su Instagram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.