L’hanno portata dal veterinario per sopprimerla perché malata. Ma quella mamma gatta ha trovato nel medico una persona sensibile e professionale che ha cercato una cura per farla tornare dai suoi cuccioli.

Alcune settimane fa, è stata salvata una cucciolata di gattini di due settimane. Barb, un’esperta affidataria di Fort Wayne, nell’Indiana, li ha presi con sé perché avevano bisogno di cure e poppate tutto il giorno. Purtroppo la mamma, Chi Chi, non era con loro. «Veniva da una vita di strada in condizioni terribili, circa una settimana dopo il parto, è caduta gravemente malata – ha raccontato Barb -. Ha presumibilmente sofferto di un coagulo di sangue che le ha causato una paralisi. Di fronte a quella situazione il proprietario ha deciso per l’eutanasia».

Una decisione non condivisa dal veterinario di Animal Care and Control che ha cercato una cura e i risultati poco per volta hanno iniziato ad arrivare, mentre i gattini venivano assistiti dalla mamma umana affidataria Barb.

Dopo cinque giorni di cure mamma e piccoli sono stati rimessi insieme: «Chi Chi si è subito voluta assicurare che i suoi piccoli fossero tutti puliti. All’inizio non sembrava che avesse molto latte, quindi mi occupavo io di integrare con i biberon, sperando che nel frattempo lei iniziasse ad aumentare la produzione di latte» ha raccontato Barb.

I gattini color zenzero erano migliorati da quando erano tornati con la loro mamma, ma Chi Chi doveva superare un’altra prova: «Non solo non aveva più latte, ma era disidratata e aveva l’inizio di un’infezione respiratoria». Così è stata riportata dal veterinario per ricevere fluidi e cure per l’infezione delle vie respiratorie superiori.

«Dopo essere sopravvissuta alla malattia che aveva messo in pericolo la sua vita, ha avuto modo di vedere i suoi quattro bellissimi gattini e ora si sta rimettendo lentamente in forma e diventerà una splendida gatta di casa non appena troverà una famiglia adottiva» spiega Barb.