A settembre, una coppia dell’Idaho ha contattato il gruppo di soccorso felini Happy Jack Cats, Inc., con l’intenzione di adottare un gattino. Avevano già un altro micio e volevano allargare la loro famiglia a quattro zampe.

Emily Sullivan, tesoriera del gruppo, li ha invitati a casa sua, dove stava svezzando tre gattini: Artemide, Ercole e Apollo. I gattini erano fratelli e sono stati salvati da una fattoria dopo che la loro mamma era stata investita da un’auto.

«Siamo andati nel mio salotto e tutti e tre i gattini erano lì a scorrazzare, giocare e fare altre mille buffonate – racconta Sullivan -. Alla gente piace stabilire prima un legame con l’animale che adotteranno per il resto della loro vita e hanno subito adorato Artemide che si è arrampicata in braccio a loro».

Così la coppia ha deciso di adottare Artemide ed Emily è salita al piano di sopra per prendere loro un trasportino. «Ci ho messo una delle loro coperte e ho posato il trasportino sul pavimento del salotto, per andare a cercare Artemide e metterla dentro. Erano circa le 10 di sera in quel momento, quindi era tardi e il mio soggiorno non è molto illuminato…». Quando la tesoriera ha trovato Artemide, l’ha baciata, l’ha messa nel trasportino e l’ha chiuso.

«Quando stavano per andarsene, uno di loro ha sollevato il trasportino per farmi guardare dentro. Ho visto il musetto di Artemide, e le ho detto: “Ciao, piccola. Sii una brava ragazza. Vivi per molto tempo”. Poi li ho accompagnati fuori dalla porta».

Poco dopo, Emily ha ricevuto un messaggio dalla coppia mentre tornavano a casa: «Mi hanno scritto, “Oh mio Dio, ha fatto le fusa per tutto il viaggio ed è così felice. È la gattina più dolce del mondo”».

Ma quando la coppia è arrivata a casa e ha aperto il trasportino, hanno scoperto la ragione per cui Artemide aveva fatto le fusa in quel modo: suo fratello Ercole,era con lei nel trasportino. Nel buio del salotto e lui tutto nero, nessuno l’aveva visto nascondersi lì dentro.

«Mi hanno chiamato e mi hanno detto: “Non ci crederai mai”. Ero preoccupata che fosse successo qualcosa…». La coppia ha spiegato ad Emily che cosa aveva fatto Ercole e lei non sapeva come scusarsi. «Gli ho risposto: “Oh mio Dio, mi dispiace così tanto. Possiamo incontrarci domattina prima del lavoro? Ci incontreremo a metà strada e riporterò il gattino a casa mia”» racconta Sullivan.

La coppia ha accettato di prendersi cura di Ercole per quella notte e incontrare la donna il giorno dopo per restituirglielo. Ma la mattina seguente, avevano cambiato idea e hanno richiamato Emily: «Mi hanno detto che lo hanno amato subito, che è così dolce e che volevano adottare anche lui, se non era un problema. Ne sono stata ovviamente felice!».

«Adorano quei due gattini, e i due fratelli sono molto legati far di loro e sono anche andati subito d’accordo con l’altro gatto di casa. Era qualcosa che non si aspettavano, ma ne sono molto contenti».

Dodici giorni dopo l’adozione di Ercole e Artemide, anche il terzo fratellino, Apollo, ha trovato la sua casa per sempre ed la storia dei tre fratellini è finita nel migliore dei modi per tutti e tre i suoi gattini in affido.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.