Era immobile. Incapace di liberarsi da quella terribile trappola in cui era finito. È la storia di un gatto rimasto infilzato da tre spuntoni di una recinzione in ferro alta due metri e mezzo. Così l’ha trovato un passante a Cricklewood, a nord-ovest di Londra: una scena choccante, ma che non lo ha bloccato dal dare l’allarme.

Sul posto sono intervenuti gli operatori della Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals (RSPCA) e i vigili del fuoco: per salvarlo bisognava tagliare via la parte della recinzione su cui era bloccato per portarlo dal servizio veterinario che lo avrebbe sottoposto a intervento chirurgico.

«I pompieri sono stati fantastici e non potrò mai fare qualcosa per ringraziarli abbastanza: non solo hanno tagliato le inferriate, ma hanno anche trasportato il gatto ai veterinari più vicini perché e ringhiere non si adattavano al mio veicolo – racconta uno degli operatori della Rspca -. Sono rimasti anche per aiutare i veterinari tenendo le grosse inferriate in modo da poter confortare il povero gatto mentre il veterinario lo esaminava e si preparava per un intervento chirurgico d’emergenza».

L’intervento chirurgico è andato bene e il veterinario ha detto che i tre spuntoni hanno mancato davvero di poco gli organi vitali. «E’ un gatto davvero coraggioso: continuava a fare le fusa mentre lo confortavo nonostante la sua orrenda situazione. L’unica volta in cui ha pianto è stato quando mi sono dovuto allontanare per aiutarlo nel suo trattamento. È un vero miracolo che questo gatto sia vivo e, ancora meglio, sembra che non debba nemmeno avere la gamba danneggiata amputata. Sta già così bene che è già in piedi: è sbalorditivo, non riesco ancora a credere quanto sia stato fortunato».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.