Millie ha conquistato i cuori degli studenti e dello staff dell’Università di Chester, nel Regno Unito. Lei è una gatta e spesso va nelle classi per aiutare i professori durante le lezioni. Un aiuto «morale», «ma la sua presenza per noi è già diventata insostituibile», dicono un gruppo di studenti.

L’Università di Chester è diventata la sua seconda casa, ed è già stata soprannominata da molti la mascotte della scuola. «Ci divertiamo spesso a fotografarla in classe, sulla cattedre e nei i corridoi – raccontano gli allievi – o a farci alcuni selfie con lei». E ancora: «E’ la nostra professoressa preferita», racconta la studentessa Chloe. «E’ come se il gatto sorvegliasse il campus», aggiunge un’altra ragazza.

Millie è sempre molto attenta che tutto sia in ordine, e spesso entra nelle classi facendo una visita a sorpresa. A volte partecipa anche alle riunioni dei docenti, e aiuta gli studenti a ridurre lo stress durante gli studi. «Capita che alcuni residenti o studenti di un’altra scuola vengano qui a trovarla – aggiungono -. Poi la sera Millie torna a casa dalla sua proprietaria, e se non la vediamo all’interno dell’istituto ormai sentiamo la sua mancanza».