L’American Shorthair, o Americano a pelo corto, è una delle razze di gatto più apprezzate negli Stati Uniti, secondo quanto affermato nella stagione 2006-2007 dal Cat Fancier’s Association. Si crede che la razza derivi dai gatti inglesi (progenitori del British Shorthair) portati in Nord America dai coloni americani per proteggere le navi da topi e ratti.

American Shorthair
American Shorthair

Nel Nord America prima dei primi coloni europei, non esistevano gatti. Forse trasportati dalla nota nave Mayflower, i primi gatti avevano il compito di proteggere le case e il cibo uccidendo un gran numero di roditori. Questi gatti poterono così evolversi senza interferenze umane durante tutto il XIX secolo, rafforzando la struttura corporea e sviluppando il mantello protettivo.

American Shorthair
American Shorthair

La razza fu ufficialmente riconosciuta nel 1904 con la registrazione di Buster Brown.
È un gatto intelligente, affettuoso, casalingo ed amico dei bambini. Eccellente arrampicatore e saltatore, l’istinto della caccia è in lui irrefrenabile. Anche quando ha mangiato a dovere, è sempre pronto ad acchiappare topi di ogni dimensione. È perciò addirittura considerato “gatto da lavoro”. Si affeziona senza distinzioni a tutti i membri della famiglia, purché lo trattino con rispetto e lo lodino quando porta in casa dei “regalini” acchiappati al volo.
Non disdegna la vita d’appartamento, purché gli venga ogni tanto concessa la possibilità di muoversi su un terrazzo o di scorrazzare su un tetto. Ma sarà più felice se potrà disporre di spazi più ampi. Anche se si allontana per qualche ora, il forte senso dell’orientamento e l’amore per la casa lo fanno puntualmente tornare dai padroni.

American Shorthair
American Shorthair

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.