La motivazione che spinge il gatto a bere non è legata alla fame, perciò molti gatti si sentono confusi quando la ciotola dell’acqua viene messa vicino a quella del mangiare.

E’ consuetudine mettere la ciotola dell’acqua vicino a quella del cibo. Questo è il posto che la maggior parte degli umani  utilizza. In realtà anche se sembrerebbe il posto più ovvio alcuni specialisti del comportamento felino raccomandano che l’acqua sia posta lontano dalla ciotola del cibo.

Il motivo è curioso: in natura, quando il felino era ancora selvaggio, associava le carcasse di animali morti quindi il cibo, al fatto che l’acqua poteva essere contaminata. i gatti istintivamente mangiavano in un posto e cercavano acqua dove non c’erano carcasse di animali morti. L’acqua quindi dovrebbe stare in una sorta di zona neutra. Inoltre, con l’acqua vicino al cibo, c’è maggiore probabilità di proliferazione batterica perché il gatto può mangiare e poi bere l’acqua con avanzi di cibo nella bocca.

Alcuni si adattano a questa “strana” disposizione delle cose abbastanza facilmente, ma altri rifiutano quell’acqua e cercano altre fonti più accettabili. Rubinetti, bicchieri d’acqua, vasi e acquari sono tutte potenziali fonti d’acqua per il gatto assetato, ma la soluzione migliore sarebbe fornirgli delle ciotole dedicate in ubicazioni alternative lontane dal cibo. Alcuni gatti inoltre preferiscono l’acqua corrente, perciò è possibile acquistare per loro una fontana per animali, una fonte più pratica di un rubinetto lasciato costantemente aperto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.