«Avevo sentito parlare di cani che avevano l’istinto per capire se il loro proprietario aveva qualche problema fisico, ma non aveva mai sentito parlare di gatti, ma qualcosa non andava bene». Inizia così il commovente racconto che Angela Tinning, 45 enne di Lemington, Regno Unito, fa a Metro per descrivere il ruolo fondamentale che il suo gatto ha avuto nel farle scoprire un cancro al seno.

La donna descrive Missy come una felina dal carattere difficile e scontroso. Ma tutto a un tratto il comportamento cambia: Missy diventa affettuosa e inizia a coricarsi sul suo seno toccandolo con le zampette. E questo gesto così semplice ha fatto scoprire alla donna il male che stava nascendo in lei. «Il mio gatto non è molto affettuoso ed è piuttosto esuberante, quindi quel suo comportamento mi è sembrato davvero strano. Era sdraiata sul mio petto e mi faceva avvertire una sensazione di dolore. Mi sono insospettita e ho deciso di fare un controllo medico».

E proprio così la signora Tinning ha scoperto di avere un cancro al seno. «Devo dire grazie a lei se ho fatto il controllo e ho avuto una diagnosi precoce. Se non fosse stato per Missy ci sarebbero voluti mesi prima che avessi i primi segni della malattia. Mi ha salvato la vita».

La 45enne, che si è sottoposta a una mastectomia e a chirurgia ricostruttiva, considera la sua Missy una eroina e, per questo, l’ha proposta per l’assegnazione del premio “il gatto eroe” ai National Cat Awards. «Se avessi aspettato probabilmente il tumore si sarebbe potuto estendere, si sarebbe trattato di un’area molto ampia. Se non fosse stato per lei, non sarei andata avanti per molto tempo».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.