MiaoMiao. No so voi, ma a volte credo che nemmeno del salmone appena pescato con le mie mani, spruzzato di caviale del volga con contorno di paté di aragosta possa piacer loro. Ecco perché.

Il gatto ha un senso del gusto molto sviluppato grazie al quale può percepire una minima variazione nel sapore dell’acqua. Il gatto percepisce poco i sapori dolci. Analogamente al cane, il gatto ha la maggior parte delle papille gustative sulla punta e sui bordi della lingua, ciò gli permette di ingurgitare direttamente i bocconi. Le papille gustative del gatto hanno la forma di microscopici uncini (rivolti verso l’interno) adatti a scarnificare le ossa delle prede e alla pulizia del pelo.

Il gatto e il gusto
Il gatto e il gusto