Sette anni fa, una piccola gattina abbandonata trovata per strada è entrata nel cuore di una donna, una parrucchiera da Melbourne, in Australia. Lei le ha offerto un tetto sulla testa, una ciotola sempre piena e una valanga di coccole e attenzioni. E Betty Boo ha deciso di restituirle il favore, offrendo un servizio molto importante ad ogni cliente del suo salone di bellezza.

Quanto è stata salvata da un destino incerto, la gatta aveva otto settimane. Ma nonostante la vita randagia, si è dimostrata da subito affettuosa con gli umani. Una attitudine che con il tempo si è ampliata e che ora le ha permesso di diventare ufficialmente una «assistente parrucchiera».

A chi non piacerebbe ricevere un servizio completo, con tanto di massaggi, fusa e coccole oltre ad una perfetta messa in piega? Betty Boo accoglie i clienti, li intrattiene mentre sono in attesa e offre i suoi servizi anche durante il taglio.

Diversamente da molti altri gatti, Betty Boo non teme il rumore del phon così come lo spray delle lacche. E non si fa problemi a salire sulle gambe – o a intrufolarsi sotto la cappa – anche di chi non ha mai visto.

E tutti i clienti l’adorano: chi la vede per la prima volta rimane un po’ interdetto davanti a tutto il suo savoir faire. Ma tutti escono sempre col sorriso, soprattutto se la gatta li ha scelti per servizio Vip di «pasta e fusa», incluso nel prezzo di una piega.