In una grondaia. E’ lì che mamma gatta deve averli messi per tenerli al sicuro, prima di sparire per sempre. Ed è lì che sono stati trovati, incastrati, grazie al loro disperato miagolio, dai condomini di un complesso residenziale della Virginia. I cuccioli sono stati portati giù dal tetto, ma erano inconsolabili e continuavano a miagolare con tutte le loro forze. Era evidente che avevano fame, ma non essendo stati ancora svezzati, hanno rifiutato le crocchette e altro cibo da gatti che gli sono stati offerti.

Gattini rimasti orfani

Per fortuna in loro soccorso è arrivato Rebekah del Richardsons Rescue di Richmond, esperto di cuccioli rimasti orfani troppo presto. Il volontario li ha pian piano reidrati e, una volta che hanno avuto lo stomaco pieno, si sono messi a fare una tempesta di fusa.

Barbanera e Jack Sparrow – è così che sono stati battezzati – si sono rivelati da subito dei gran coccoloni. Barbanera aveva un occhio infetto, ma con un ciclo di antibiotici si è rimesso subito in sesto. Capitan Jack Sparrow aveva la testa più grande del corpo e non apprezzava per niente il cibo solido. «Ma con un po’ di incoraggiamento ha iniziato anche lui a mangiare l’umido, seguendo l’esempio del fratello».

Gattini rimasti orfani

Quando sono stati salvati dalla grondaia, i due mici erano ridotti a pelle e ossa. Erano iper affamati e brontoloni. Ma senza più morsi della fame, si sono trasformati. E in due settimane sono triplicati. ««Sono dei grandi giocherelloni, molto socievoli e super amorosi. Si raggomitolano per addormentarsi e stanno abbracciati tutta la notte»».

Gattini rimasti orfani

Se la sono vista brutta senza una mamma. Ma ora il peggio e passato e i due gatti si preparano a vivere una meravigliosa vita ricca di avventure, degne dei nomi che portano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.