Koi e Haku erano rimasti orfani ed erano finiti in un rifugio in Giappone. Bisognosi di aiuto, la signora Midori li ha salvati e ha dato loro una nuova casa. E non solo: uno di suoi vecchi gatti è diventato il loro nuovo papà.

«In Giappone il sistema dei rifugi prevede di mantenere gli animali nella struttura per diversi giorni, se nessuno li rivendica o li adotta, vengono soppressi – spiega Midori che ha subito contattato la struttura, non appena ha saputo che i gattini erano ancora lì, ha deciso di andare a prenderli -. Appena mio figlio è tornato da scuola, sono andata a prendere i gattini».

I due micetti erano minuscoli, solo 120 grammi di peso. «Erano in una scatola con un lenzuolo senza nient’altro per tenerli al caldo: era un miracolo che fossero sopravvissuti così a lungo senza un’alimentazione adeguata».

Midori ha ripulito le croste dai loro occhi e curato le loro infezioni, i gattini sono finalmente tornati a vedere e a riprendersi quando hanno raggiunto i 200 grammi.

Uno dei gatti già presenti nella famiglia ha preso immediatamente a cuore i nuovi arrivati e ha iniziato a prendersene cura. «Il suo istinto paterno l’ha spinto verso di loro. Anche se Van è un gatto maschio, si comporta proprio come una madre e si prende cura di loro fossero suoi», racconta Midori.

Proprio come Koi e Haku, anche il soriano Van e sua sorella sono stati salvati dalla stessa struttura quando erano solo dei gattini. Così il padre surrogato ha assunto il suo nuovo ruolo, li ha puliti e ricoperti di amore e coccole. E i due lo adorano e lo seguono ovunque in giro per casa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.